Cerca insegnamenti o docenti



Voi siete qui

Corso di laurea in LINGUE E CULTURE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE - (LIN) Classe LM-38

Tipo di corso di studiLaurea magistrale
Anno accademico2018/2019
Classe di laureaclasse LM-38, LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
Titolo rilasciatoDottore Magistrale
Curricula
Durata2 anni
Crediti richiesti per l’accesso180
Cfu massimi acquisibili120
Annualità attivate1° anno, 2° anno
Accesso
Conoscenze richieste per l'accessoPer potere accedere al corso di laurea magistrale in Lingue e culture per la comunicazione e la cooperazione internazionale occorrono i seguenti requisiti minimi:

a) per studenti provenienti dalla classe L-12,

- per essere ammessi al curriculum "Integrazione e comunicazione interculturale per istituzioni e imprese", si propongono quali requisiti minimi i seguenti 60 CFU:
• 18 CFU (= 2 annualità) in una Lingua;
• 18 CFU (= 2 annualità) in un’altra Lingua;
• 18 CFU (= 2 annualità) nelle due corrispondenti Letterature e Culture;
• 6 CFU acquisiti in un SSD previsto dalla tabella della classe L-12.

- per essere ammessi al curriculum "Italiano L2 per l’integrazione e la comunicazione interculturale", si propongono quali requisiti minimi i seguenti 72 CFU:
• 18 CFU (= 2 annualità) in una Lingua straniera + 18 CFU (= 2 annualità) nella corrispondente Letteratura e Cultura;
• 18 CFU (= 2 annualità) in Lingua italiana + 12 CFU nella corrispondente Letteratura e Cultura;
• 6 CFU acquisiti in un SSD previsto dalla tabella della classe L-12.

b) per studenti non provenienti dalla classe L-12,

- per essere ammessi al curriculum "Integrazione e comunicazione interculturale per istituzioni e imprese", si propongono quali requisiti minimi i seguenti 90 CFU:
• 18 CFU (= 2 annualità) in una Lingua;
• 18 CFU (= 2 annualità) in un’altra Lingua;
• 18 + 18 CFU (= 4 annualità) nelle due corrispondenti Letterature e Culture;
• 18 CFU acquisiti in uno o più settori scientifico-disciplinari previsti dalla tabella della classe L-12.

- per essere ammessi al curriculum "Italiano L2 per l’integrazione e la comunicazione interculturale", si propongono quali requisiti minimi i seguenti 90 CFU:
• 18 CFU (= 2 annualità) in una Lingua straniera + 18 CFU (= 2 annualità) nella corrispondente Letteratura e Cultura ;
• 18 CFU (= 2 annualità) in Lingua italiana + 18 CFU (= 2 annualità) nella corrispondente Letteratura e Cultura;
• 18 CFU acquisiti in uno o più settori scientifico-disciplinari previsti dalla tabella della classe L-12.

I due insegnamenti di Lingua e quelli della corrispondente Cultura dovranno, di norma, essere compresi fra quelli sotto elencati. Per l’anno accademico 2018-2019 le lingue attivate sono le seguenti: arabo, cinese, francese, giapponese, hindi, inglese, russo, spagnolo, tedesco.

In casi particolari, da verificare volta a volta, potranno essere ammessi anche studenti che abbiano seguito nel triennio solo una delle Lingue e Culture sotto elencate, avendo acquisito altri 18 + 12 CFU (se provenienti dalla classe 12) o 18 + 18 CFU (nel caso di provenienza da altre classi di laurea) rispettivamente in una Lingua e Cultura diverse da quelle sottoelencate.

Lingua francese (L-LIN/04 – Lingua e traduzione – lingua francese)
Lingua spagnola (L-LIN/07 – Lingua e traduzione – lingua spagnola)
Lingua portoghese (L-LIN/09 – Lingua e traduzione – lingue portoghese e brasiliana)
Lingua inglese (L-LIN/12 – Lingua e traduzione – lingua inglese)
Lingua tedesca (L-LIN/14 – Lingua e traduzione – lingua tedesca)
Lingua danese (L-LIN/15 – Lingue e letterature nordiche)
Lingua norvegese (L-LIN/15 – Lingue e letterature nordiche)
Lingua svedese (L-LIN/15 – Lingue e letterature nordiche)
Lingua polacca (L-LIN/21 – Slavistica)
Lingua russa (L-LIN/21 – Slavistica)
Lingua ebraica (L-OR/08 – Ebraico)
Lingua araba (L-OR/12 – Lingua e letteratura araba)
Lingua hindi (L-OR/19 – Lingue e letterature moderne del subcontinente indiano)
Lingua cinese (L-OR/21 – Lingue e letterature della Cina e dell'Asia sud-orientale)
Lingua giapponese (L-OR/22 – Lingue e letterature del Giappone e della Corea)

Cultura francese (L-LIN/03 – Letteratura francese)
Culture francofone (L-LIN/03 – Letteratura francese)
Cultura spagnola (L-LIN/05 – Letteratura spagnola)
Culture ispanofone (L-LIN/06 – Lingua e letterature ispano-americane)
Cultura portoghese (L-LIN/08 – Letterature portoghese e brasiliana)
Cultura inglese (L-LIN/10 – Letteratura inglese)
Culture anglofone (L-LIN/10 – Letteratura inglese)
Cultura anglo-americana (L-LIN/11 – Lingue e letterature anglo-americane)
Cultura tedesca (L-LIN/13 – Letteratura tedesca)
Cultura scandinava (L-LIN/15 – Lingue e letterature nordiche)
Cultura polacca (L-LIN/21 – Slavistica)
Cultura russa (L-LIN/21 – Slavistica)
Cultura ebraica (L-OR/08 – Ebraico)
Cultura araba (L-OR/12 – Lingua e letteratura araba)
Cultura indiana (L-OR/19 – Lingue e letterature moderne del subcontinente indiano)
Cultura cinese (L-OR/21 – Lingue e letterature della Cina e dell'Asia sud-orientale)
Cultura giapponese (L-OR/22 – Lingue e letterature del Giappone e della Corea)

L’ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata alla verifica del possesso dei requisiti curriculari e, se ritenuto opportuno in seguito alla valutazione del curriculum accademico, dell’adeguatezza della preparazione personale del candidato, secondo le modalità stabilite dal Collegio Didattico, nel rispetto delle disposizioni previste dai Regolamenti del Dipartimento e della Scuola di riferimento.

Al compimento degli studi viene conseguita la laurea magistrale in Lingue e culture per la comunicazione e la cooperazione internazionale, appartenente alla classe delle Lauree magistrali in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale - Classe LM-38.
Lauree triennali che danno accesso senza debiti

Introduzione al corso

Il corso di laurea appartiene alla classe delle Lauree magistrali in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale - Classe LM-38.

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Lingue e culture per la comunicazione e la cooperazione internazionale si pone l’obiettivo di portare i propri laureati magistrali a perfezionare e raffinare le competenze linguistiche e culturali maturate nel corso di studi precedente, proseguendo lo studio di due lingue straniere già affrontate nel proprio percorso universitario. Al perfezionamento delle conoscenze linguistiche affianca competenze accuratamente selezionate nell’ambito delle discipline giuridiche, economiche, sociologiche e psico-antropologiche necessarie per costruire una figura di esperto di alto profilo professionale nell’ambito della comunicazione interculturale e della cooperazione internazionale.
Il corso si articola in due curricula. Il primo curriculum, Integrazione e comunicazione interculturale per istituzioni e imprese, è aperto a tutti gli studenti in possesso dei requisiti d’accesso (vedi sotto). Il secondo curriculum, Italiano L2 per l’integrazione e la comunicazione interculturale, è destinato esclusivamente a studenti stranieri e prevede il perfezionamento dello studio della lingua e della cultura italiana oltre a due lingue.

Competenze acquisibili

I risultati di apprendimento attesi per i laureati di questo corso saranno:

- conoscenza e capacità di comprensione approfondita in almeno due lingue e culture europee o extra-europee contemporanee, affiancate a una specifica professionalità nell’ambito della traduzione specialistica e dell’interpretazione di trattativa, sorretta da adeguati strumenti metalinguistici;
- elevata e approfondita padronanza di strumenti per l’analisi critica del mondo contemporaneo e la comparazione dei fattori di differenziazione dei sistemi sociali moderni e dei processi migratori;
- approfondimento degli aspetti micro-economici riguardanti il comportamento dei consumatori e delle aziende, nonché macro-economici legati alle problematiche dello sviluppo e della globalizzazione;
- conoscenze approfondite relative al rapporto fra la cultura letteraria e il sistema dei media;
- acquisizione dei principi giuridici che governano il commercio internazionale, la difesa dei diritti umani e il funzionamento delle istituzioni internazionali;
- conoscenze approfondite relative alla psicologia delle relazioni interculturali e alla geografia culturale e linguistica.

Tali capacità verranno sviluppate attraverso corsi specialistici tenuti nelle lingue di perfezionamento, laboratori finalizzati, esercitazioni in lingua focalizzate sui linguaggi specialistici relative alle discipline di studio. Verrà acquisito un livello elevato di professionalità, che consentirà di interagire direttamente con enti e istituzioni nazionali e sopranazionali, per favorire i processi di integrazione culturale, linguistica, economica e sociale. Tali conoscenze mirano a sviluppare autonome capacità di intervento negli ambiti istituzionali e sociali in un contesto multilinguistico e multiculturale.

Sbocchi professionali

Il livello di conoscenze e competenze raggiunto permetterà ai laureati nel corso di laurea magistrale in Lingue e culture per la comunicazione e la cooperazione internazionale di svolgere attività professionali, anche con funzioni di elevata responsabilità, in ambito transnazionale, nelle organizzazioni e negli organismi internazionali, nel settore pubblico e privato; essi potranno inoltre lavorare nella direzione di organizzazioni internazionali, di settori della cooperazione e degli aiuti allo sviluppo. Disporranno di un profilo di alta professionalità per interagire con enti e istituzioni direttamente chiamati in causa dai fenomeni dell’integrazione culturale, linguistica, economica e sociale, tenendo conto sia delle necessità di tutela delle lingue immigrate, sia delle problematiche di integrazione, con particolare riferimento alla legislazione linguistica dell’Unione Europea. Potranno altresì ricoprire incarichi di docenza. Saranno ovviamente acquisite conoscenze delle problematiche che caratterizzano settori specifici, quali imprese pubbliche e private, istituzioni pubbliche, enti culturali, ambientali, turistici, editoria e giornalismo, con particolare riferimento alle dinamiche interetniche e interculturali. Infine i laureati acquisiranno la capacità di utilizzare gli strumenti necessari per la comunicazione e la gestione dell’informazione, in un contesto multiculturale e con un preciso radicamento nelle problematiche di questo tipo che emergono nelle società contemporanee, soprattutto a livello internazionale.